Mario, dagli Usa con… passione!

Con Mario Marelli iniziamo una serie di brevi interviste a giocatori e appassionati italiani per conoscere meglio i gruppi che stanno praticando il disc golf nelle nostre città.


G: Mario, nel “piccolo mondo” del disc golf italiano sei comparso un po’ dal nulla recentemente, ci racconti da dove vieni e come hai conosciuto il disc golf?

M: Negli anni ho giocato in maniera sporadica negli States (sono italo-americano), poi l’estate scorsa due miei fratelli super-appassionati mi hanno portato a giocare in fantastici percorsi in New York, New Jersey e Pennsylvania. E’ scattato qualcosa: mi sono reso conto della bellezza della disciplina e ho deciso che avrei continuato anche al rientro in Italia.

G: Poi cos’è successo?
M: Una volta a casa, ho scoperto che le uniche possibilità di gioco su percorsi esistenti erano in Toscana: troppo lontano da Brescia per poter soddisfare la mia voglia di giocare. Ho capito che dovevo costruire qualcosa nella mia zona. Quando ho controllato il numero di giocatori italiani, non credevo ai miei occhi per quanto fosse ridotto! Pensate che solo in New Jersey ci sono 30.000 praticanti. L’Italia si è fatta valere e rispettare a livello mondiale nelle altre discipline del frisbee (ultimate, disc dog e freestyle): perché questo non deve succedere anche per il disc golf? Dobbiamo assolutamente costruire un movimento e distribuire percorsi sul territorio. Ci sono 5.000 percorsi negli USA e 1.000 in Europa. L’ Estonia è il paese con più crescita nel 2016. Inoltre, il disc golf, a differenza dell’ultimate, è adatto sia ad un approccio agonistico, sia come attività all’aria aperta per tutta la famiglia, quindi il potenziale bacino di utenza è enorme!

G: Ci racconti i tuoi primi passi e quello che hai in mente per il futuro?
M: Stiamo ancora decidendo come strutturarci a livello di associazione ma abbiamo già realizzato un sito internet, materiale informativo e portato avanti molti contatti, fra cui quelli con il Cus Brescia. Abbiamo inoltre ottenuto grande interesse col nostro stand in occasione della maratona di Brescia. Ovviamente stiamo cercando il modo di realizzare un percorso fisso di riferimento.

G: Prossimo appuntamento?
M: Sabato 1 Aprile saremo in via Tirandi presso il campo sportivo per lezioni gratuite a tutti gli interessati.

G: Sappiamo che avrai ospiti anche da Milano, Parma, Verona e Padova; sembra l’inizio di una sinergia positiva, non trovi?
M: Assolutamente si: dobbiamo e vogliamo lavorare bene insieme per aiutarci nei rispettivi progetti di promozione locale.

G: Per chi vuole contattarti o trovare informazioni, vuoi ricordare i tuoi riferimenti sul web?
M: Su www.discgolfbresciana.com, troverete informazioni e i riferimenti Facebook

Gianluca Barbarini
Gianluca Barbarini

Lancio plastica da molto più tempo di quanto non si direbbe...