Campionato U17: la prima giornata sorride alle bolognesi

Reading Time: 3 minutes

Sono giovani, sono agguerriti e hanno voglia di dimostrare tutto il loro valore. Dopo la prima giornata, la classifica vede in testa le squadre bolognesi, seguite dalle riminesi; chiudono le due lombarde, Milano e Como. Nonostante alcuni risultati netti, attenzione a dare giudizi affrettati: la sfida per il titolo U17 si deve ancora incendiare.

0 Fly Down- In una ventosa domenica bolognese i Fly Down, squadra nata da poco e con un bagaglio di esperienza ancora tutto da formare, si trovano ad affrontare Cotarica Viet e Cota Bronx, due team sicuramente più rodati. I risultati, a causa del vento e a causa della buona zona mostrata dai riminesi, sono abbastanza chiari: tuttavia, i Fly Down stanno lavorando e avranno tempo di crescere e stupire. E magari già dalla prossima tappa qualche punto potrebbe arrivare… 

0 Donkey Junior- Sono giovanissimi (età compresa tra i 9 e i 15 anni), sono l’unica squadra del campionato U17 a portare ragazze in roster, si allenano insieme dallo scorso settembre e nessuno di loro aveva mai assaggiato il campo regolamentare da 7vs7. Nonostante gli accoppiamenti infausti della prima giornata, in cui hanno giocato contro squadre di alta classifica, i Donkey Junior hanno messo in campo davvero tanta carica e tanta energia. Milano può essere fiera del lavoro dei suoi ragazzi, i risultati arriveranno.

3 Cotarica Viet17- Due lati della medaglia: da una parte una vittoria contro i comaschi Fly Down; dall’altra arriva una sconfitta contro i favoriti al titolo, gli Historyone. Probabilmente non sarà questa sconfitta a determinare il percorso dei Cotarica Viet: i riminesi hanno le carte in regola per fare un campionato di sostanza. 

3 Cota Bronx- La giornata dei Cota Bronx non si discosta da quanto avvenuto per i Cota Viet. Stesse squadre affrontate, stessi risultati. I Cota Bronx si trovano momentaneamente davanti ai loro concittadini per la maggior vena realizzativa che hanno messo in campo in questa prima tappa: con venti mete segnate sono il secondo team più prolifico del campionato. Davanti a loro solo Historyone. Che sia, nonostante la sconfitta, un avvertimento per gli scontri finali?

4 Uncountable- E qui comincia la parte alta della classifica. Due vittorie al cardiopalma per gli Uncountable che nei match contro Discobolo e Rastignano portano a casa due punti per partita allo universe point. Gruppo eterogeneo, giocatori distribuiti su più piani di esperienza, gli Uncountable non hanno paura del confronto con sistemi di gioco di alto livello; nell’aria ci sono ottimismo e consapevolezza di dover lavorare ancora tanto per migliorarsi.

4 Discobolo Junior- Una prima giornata a più facciate per i Discobolo: da un lato la larga vittoria sugli inesperti Donkey Junior; dall’altro la sconfitta di misura nel derby contro gli Uncountable. C’è un po’ di rammarico, com’è ovvio, per l’occasione mancata di un soffio di uscire dal primo impegno ufficiale con due vittorie. Ma l’attitudine messa in campo nell’affrontare questi CIU under 17 fa ben sperare per il prosieguo del campionato.

4 Rastignano- Nei risultati, discorso analogo a quanto detto per i Discobolo: partita tesa fino all’ultimo con gli Uncountable, vinta da questi ultimi allo universe con il sospetto di una chiamata dubbia; largo successo contro i Donkey Junior. Quanto visto in campo è molto positivo: si sono trovate conferme da chi doveva prendersi responsabilità e i tanti elementi della squadra alla prima esperienza ai CIU hanno dato una buona risposta. I presupposti per puntare al podio ci sono…

6- Historyone- E’ la squadra con più esperienza: con un roster completo e tanta carica, l’obbiettivo degli Historyone è vincere. E nella prima tappa arrivano due vittorie importanti contro le squadre riminesi che, nonostante la classifica parli diversamente, sono ritenute tra le più serie contendenti al titolo. Per gli Historyone ci sono tutti i presupposti per fare un grande campionato: attendiamo la prossima tappa per la conferma definitiva.

Lorenzo Bandini
Lorenzo Bandini

Rock n'roll, un disco dopo l'altro, tra un libro e l'altro.