Serie A al giro di boa. La lotta per i playoff è aperta.

Si riparte dai risultati della prima tappa, c’è chi sale e c’è chi scende. Lotta a 3 per il terzo posto tra Cota, Discobolo e Barbastreij. Giochi ancora aperti per l’ultima posizione ai playoff con Fano in risalita.

Giornata splendida in quel di Bologna che regala un’altra tappa della massima divisione con scontri diretti e una classifica che inizia a delinearsi sempre più, quando sono state giocate 5 partite sulle 9 in calendario.

La Fotta inizia a scavare il fossato fra le prime due posizioni e il resto della concorrenza, ma non senza doversi sudare ogni punto. Entrambi i roster limitati dagli infortuni devono spremere al massimo il proprio organico per avere la meglio sugli avversari: i White escono a punteggio pieno trovando le maggiori difficoltà contro i cugini Zero51 che mettono in campo un’ottima difesa chiudendo sotto 8-7 all’half, nel secondo tempo si apre il divario, ma gli Zero chiudono dignitosamente perdendo di 5. I Red si trovano oggi ad un passo dai propri compagni, lasciando per strada un punto contro Fano che sfrutta i troppi errori gratuiti dei bolognesi. La Fotta Red parte anche sotto nel match contro il Cotarica, ma poi raccoglie il massimo bottino vincendo 15-11.

Sotto ai cussini troviamo 3 squadre a pari merito a quota 9, Cota, DB e Padova. I Riminesi hanno la meglio sui Barbastreji con ampio margine e sbrigano la pratica Voladora senza problemi, rimane il rimpianto di non aver rubato 1 punto alla Fotta. Dovranno aver la meglio dei Discobolo nell’ultima tappa per confermare il terzo posto della passata stagione in regular season.

I veneti sono leggermente in discesa rispetto alla prima giornata, non reggono il confronto con i riminesi e lasciano un punto per strada contro Parma. Sono nella parte alta della classifica ma devono ancora incontrare le prime 2 della classe, dovranno lottare duro per mantenere questa posizione.

I Discobolo partono bene nel derby sentitissimo contro gli Zero51, portandosi sul 4-1. La rimonta dei cussini però porta la partita sul risultato di 8-8 con un ottimo lancio lungo di Nicolò Felici. Da quel punto i DB accelerano e chiudono un paio di punti anche un po’ fortunosi, ma con il cuore: da segnalare uno spettacolare greatest di Tommaso Gialdini che salva la partita in un momento delicato. Vittoria stanca di 2 con Imola e sconfitta contro i White per chiudere.

Sotto di loro troviamo gli Spaccamadoni in grande ascesa: i marchigiani portano a casa ben 6 punti dopo il brutto inizio di Marzo. Compiono l’impresa di rubare 1 punto ai Red e dimostrano di avere l’esperienza per giocarsi i playoff liquidando facilmente Brescia e vincendo una lunga battaglia contro Parma nelle battute finali. Ad oggi sono i favoriti per evitare i play-out.

I CP hanno un inizio pessimo contro i White dimostrando di avere un organico ancora sbilanciato. Nel secondo match invece lottano fino all’ultimo contro i DiscoBolo per guadagnare un punto prezioso che li fa uscire dalla zona caldissima della classifica, specialmente se fa il paio con la succosa vittoria contro il CUS Brescia spedendoli in fondo alla classifica.

I Voladora hanno una giornata di alti e bassi, chiudendo con 2 punti strappati tra Fano e Padova, ma non possono ritenersi totalmente soddisfatti portando a casa 3 sconfitte. A tratti mostrano però un gioco spumeggiante e dovranno lavorare sulla costanza in vista dei play-out.

Gli Zero51 si trovano a metà campionato in posizione tutt’altro che sperata: giornata durissima in cui incontrano prima i DB di cui non riescono ad avere la meglio, dimostrando di non avere ancora la maturità necessaria per stare ai piani alti. Il bicchiere è mezzo pieno perchè hanno già giocato contro le prime 4 in classifica, ma dovranno giocare con il coltelli tra i denti in tutti i match mancanti se vogliono uscire dalla brutta situazione in cui si trovano.

Per chiudere il CUS Brescia torna a casa con 1 solo punto raccimolato con i CP: qualche giocatore  acciaccato e una chimica ancora da affinare fa si che si ritrovino in fondo alla graduatoria. Il loro sistema di gioco potrebbe premiare le loro eccellenze, ma dovranno lottare fino all’ultimo per rimanere nella massima serie.

Prossimo appuntamento il 25 aprile a metà tra Bologna e Fano con lo scontro tra le due capoliste e vari scontri diretti per determinare l’accesso ai play-off (prime 6) e la lotta salvezza.

Andrea Mastroianni
Andrea Mastroianni

Ci si può drogare di cose buone… E una di queste è certamente lo sport.