This is freestyle

Reading Time: 2 minutes

Le sere d’estate ero solito andare a trovare un mio caro amico, Carlo Perrone. Anche lui giocatore di frisbee freestyle ma ormai non più attivo nel circuito agonistico dal 2009 circa. Le serate erano caratterizzate da chiacchierate, mangiate e ovviamente visione di video di frisbee che ci portavano a sognare o a commentare per ore e ore le varie routine. Un sera tra una sigaretta e una birra rimasi colpito da qualcosa che fino ad allora non avevo mai visto (nonostante frequentassi la casa di Carlo abbastanza spesso). Esattamente sopra il piccolo camino del salone dove solitamente stavamo c’era un libro con una scritta sulla copertina: THIS IS FREESTYLE. La copertina con lo sfondo nero e la scritta bianca mi saltarono all’occhio, rimasi incantato e affascinato da questa scoperta inattesa: un libro sul frisbee freestyle!

Sulla copertina comparivano anche i nomi degli autori: Lui Tasini, moglie di Claudio “Clay” Collerà e Arthur Coddington, pluricampione mondiale di frisbee freestyle ed ex presidente della Freestyle Player Association. Sfogliavo quel libro mentre Carlo in sottofondo rideva ripetendomi: “Fratello mio, non te lo darò mai quel libro perché è una pietra miliare, possibile che tu non lo conosca?”. Sfogliando le pagine mi sentivo come quando i nonni vicino ad un fuoco raccontano storie ai loro nipoti che si lasciano trasportare dalla potenza dell’immaginazione più estrema.

 

Il libro è un insieme di foto (mozzafiato) e scritti del 2005 che permettono di avvicinarsi alla magia che questo disco di plastica crea sia nel giocarci che condividendo la passione con altre persone, con la community che ci ruota attorno. Gli autori hanno deciso di creare un percorso che potesse raccontare la storia del freestyle di quel 2005. Le foto sono prese dai tornei che in quell’anno si sono svolti in vari paesi del mondo. Inoltre è importante specificare che il biennio 2004/2005 è stato la fucina dell’attuale movimento del freestyle italiano, per cui i campioni, giocatori, simpatizzanti ed ex giocatori lo devono in parte a quel biennio.

Credo si tratti dell’unico libro italiano (anche se è un mix ita/eng) sul frisbee freestyle. Va custodito con gelosia e divulgato a quante più persone possibile poiché si tratta di un “pezzo di storia”. Così facendo si potranno ringraziare gli autori che hanno fatto, a mio avviso, un lavoro di alta qualità e di straordinario valore che ogni freestyler (ma anche un semplice curioso) dovrebbe “incontrare”.

-L’unione è suggellata dal sudore, dalle infinite prove, solitudine, scoraggiamento, ansia. Poi, dal piacere di una progressione, un esercizio ben svolto, una gara in cui “ultimo” non è sinonimo di insuccesso ma di “esserci, comunque”- 

Di seguito il link per poter acquistare il libro:

http://www.lulu.com/shop/arthur-coddington/this-is-freestyle/paperback/product-274957.html

 

This is freestyle avrebbe dovuto essere un progetto con un seguito, ce ne sarebbero dovuti essere altri, che raccontassero di altre annate, e di un movimento che è in continuo fermento… Chissà!

Luca Sansò
Luca Sansò

Giocatore di frisbee freestyle, appassionato della storia e dei personaggi di questa disciplina. Frisbee freestyle changed my life!