Campionati Italiani Open 2017 – Freestyle

Il 10 e l’11 Giugno sono ormai alle porte. Se ve lo siete dimenticato il prossimo weekend la magnifica cornice della capitale vedrà svolgersi i campionati italiani open di frisbee freestyle. L’Italia del freestyle è in continuo fermento ed è iniziato quel processo irreversibile per cui i veterani iniziano a passare il testimone alle nuove leve. Di seguito un’intervista agli organizzatori del torneo, nonché due pezzi di storia del frisbee freestyle italiano.

Perché avete deciso di organizzare questo torneo, che tra l’altro manca da circa 5 anni?
Beh, abbiamo deciso di organizzare questo torneo perché avendo aderito al progetto del Ministero della pubblica istruzione sull’alternanza “scuola/lavoro” ci hanno proposto di prendere una classe del Istituto “G.V. Catullo” di Monterotondo in provincia di Roma, d’insegnare a queste giovani atleti il “Frisbee” ed integrarli nel contesto organizzativo di un evento sportivo. Il campionato italiano Open di frisbee freestyle non poteva che essere il naturale epilogo di questa prima e bellissima avventura. A dirla tutta ci siamo divertiti tantissimo anche noi; per noi istruttori è stata l’occasione per poter trasmettere la nostra passione e per loro studenti (detto da loro) l’esperienza “scuola/lavoro” piu divertente mai affrontata.

Chi siete voi (domanda rivolta agli organizzatori del torneo)?
“Du scappati de’ casa”… Serge Marconi e Andrea Rimatori, rispettivamente presidente e vice-presidente della Frisbee Power Roma, associazione sportiva nata nel 2010 che vedeva come co-fondatori Edoardo Favorini, Claudio Massaro e Fabio Vinciguerra. Siamo tutti dei “Capocotta Jammers”, nel senso che tutti abbiamo imparato a giocare sul quel litorale..

Che cos’è Frisbee Power Roma?
L’F.P.R. non è altro che la parte istituzionale dei sopracitati Capocotta Jammers. Tra la capitale e la provincia siamo un bel gruppetto, messi tutti insieme siamo quasi 30, forse uno dei gruppi piu numerosi al mondo. E’ un grande privilegio e quando ci ritroviamo lì sulle spiaggie di Capocotta (da cui il nome) in 20/30 freestylers tutti lì a Jammare… beh ci sentiamo fortunati. Ovviamente non tutti si sentono degli “associati”, c’è la vecchia guardia da cui quasi tutti noi abbiamo imparato i primi deelay (il controllo del disco in equilibrio su un dito), ci sono gli indipendentisti, ci sono gl’indefinibiili, insomma siamo tanti e tutti fortunatamente diversi.

Perché un campionato italiano OPEN?
Open perché è nella natura stessa del nostro sport. Perché il concetto di “piu siamo meglio è” è un concetto assoluto, che dovrebbe essere alla base di qualsiasi filosofia dello sport. E poi, sinceramente, non ci possiamo permettere il lusso di fare competizioni basate sul documento d’identità o sull’appartenenza a quell’idea di nazione o di confine, in primis perché non siamo abbastanza (e non lo saremo mai) e poi perché le occasioni per vederci tutti quanti, riferendomi a tutta la comunità mondiale, sono cosi poche che sarebbe assurdo precludere a chiunque di aggregarsi.

Raccontateci un po’ di questo Italian Freestyle Open, cosa ci dobbiamo aspettare e come sarà strutturato?
Il torneo inizia il 9 Giugno con il welcome party in centro a Roma in uno dei posti più suggestivi della città eterna, il Colosseo. Lì dove, migliaia di anni fa, i gladiatori si davano battaglia vivendo e morendo per il divertimento del popolo romano. Noi oggi vorremmo ribaltare l’immagine della città dove in effetti le Jam la fanno da padrona e le competizioni un impegno troppo gravoso.

Sesto evento organizzato dall’associazione Frisbee Power Roma, l’IFO 2017 si annuncia essere tra i tornei “nazionali OPEN” più numerosi e competitivi degli ultimi tempi. Prevediamo la partecipazione di oltre 50 atleti provenienti da tutta Italia ed Europa. Le gare si svolgeranno solo su due giorni, perché lo stadio della Farnesina, prestigioso e molto ambito nell’ambiente sportivo della capitale era disponibile solo per questo piccolo lasso di tempo. Qualifiche Open Pairs e Coop sabato 10 Giugno. Questa prima giornata sarà una giornata molto intensa dal punto di vista delle competizioni e quindi abbiamo deciso di organizzare per gli atleti un mega pizza party direttamente sul campo di gioco a fine gare. Avremo lo stadio a nostra disposizione fino a sera tarda per chi volesse jammare o semplicemente stare tranquillamente a rilassarsi sempre sul campo. Le finali Mixed, Pairs e Coop si terranno domenica 11 Giugno e lì non si potrà più sbagliare. Ci saranno i migliori a giocarsi un posto sul podio e sinceramente ci aspettiamo delle sorprese. Personalmente sono rimasto molto impressionato, durante l’ultimo Paganello, da i “Frisbee Fever” di Rovereto, giovani, tecnici e agguerriti come dei veri e propri combattenti; ci saranno di sicuro le “certezze” romagnole, spettacolari e molto coinvolgenti, Torino e Milano sono protagonisti ovunque essi vadano e non hanno bisogno di aggettivi per descriverli. Nella crew Tedesca ci saranno i campioni del mondo in carica da battere, solidi, coordinati e molto preparati.  Infine ci siamo noi della Frisbee Power Roma, giochiamo in casa e abbiamo qualche punta di diamante che di sicuro si farà rispettare. L’evento in sé prevede anche una novità assoluta di cui siamo orgogliosi: il baby parking. Oramai stiamo diventando grandi di età, ed alcuni di noi hanno procreato e quindi sapere che i bambini sono controllati mentre i papà o le mamme giocano tra di loro mette serenità ed allunga le Jam.

Di seguito il link per tutte le informazioni dell’evento :

https://www.facebook.com/events/1913862805564444/

Nei prossimi giorni pubblicheremo il link per poter seguire la diretta streaming dei campionati.

Campioni, nuovi giocatori, agonismo, prestigio, acrobatica, ci sono tutti gli in gradienti per un due giorni di grande sport. Che fai… non vieni? Dai!

Luca Sansò
Luca Sansò

Giocatore di frisbee freestyle, appassionato della storia e dei personaggi di questa disciplina. Frisbee freestyle changed my life!