WCBU Day 6: Mixed 12°, Men 23°

Reading Time: 2 minutes

Finisce così questa avventura dell’Italia ai Mondiali di Beach Ultimate. Un’avventura iniziata con grandi aspettative e che ha lasciato un po’ amaro in bocca per come è terminata. Vediamo nel dettaglio questa ultima giornata di gioco dei nostri azzurri, ricordando che oggi ci saranno le finali Women (12.30), Men (14.00) e Mixed  (15.30). Tutte da seguire live sul sito del mondiale.

MIXED

Uscite dalle prime 8 posizioni in classifica (piazzamento che sembrava ampiamente alla portata per quanto dimostrato nella prima parte del torneo col raggiungimento del primo posto del girone, davanti agli USA), l’obiettivo è quello di arrivare 9°.

Il primo ostacolo è l’Irlanda. L’Italia parte bene inizialmente, sembra riuscire a prendere le misure agli avversari e allunga sul 5-3. Poi l’attacco entra in un buco nero e non riesce più a segnare. L’Irlanda ci punisce 4 volte e sale 5-7. Manca poco tempo proviamo a recuperare ma ad ogni nostra meta l’Irlanda risponde e chiude 7-9. Ancora una volta, una partita alla portata viene persa di un niente, con un prestazione ben al di sotto di quanto mostrato nei primi giorni.

Si arriva così alla finalina 11°-12° posto contro i cugini francesi. Dove invece del riscatto finale arriva il crollo. Si parte subito con uno 0-3 per la Francia, l’Italia non sembra entrata in campo. Scatto di orgoglio che riporta la partita in parità, quasi possibile sorpasso ma poi di nuovo una sola squadra in campo: quella francese. Prese sbagliate, errori non forzati e poca cattiveria fanno sembrare la Francia una squadra nettamente superiore, che chiude 4-10.

<E’ stato un peccato> conclude Davide Morri <il risultato finale non è malvagio, ma da un gruppo che ha giocato alla pari con Usa e Canada, finaliste della divisione mixed, ci si poteva aspettare di più. Speriamo comunque che, per i giocatori non abituati a giocare partite di questo livello, questa esperienza possa essere stata utile, sia singolarmente che per il proprio club>.
OPEN

Un discorso che vale ancora di più per la squadra maschile. Alla fine è arrivata l’ultima posizione in classifica, la 23°, con una brutta sconfitta contro il Giappone per 3-11. Mai entrati in partita praticamente. Ma questa edizione non è da buttare: <Il gruppo ha fatto una esperienza unica> ci conferma Edoardo Trombetti. <I giocatori venivano prevalentemente da squadre di serie B o serie C, giocatori che non hanno mai avuto la possibilità di giocare a certi livelli col proprio club o comunque giocare contro giocatori di fama internazionale. Crediamo che per tutti noi sia stata comunque una esperienza positiva, che possa continuare a far crescere l’ultimate in Italia, raggiungendo anche realtà che difficilmente hanno possibilità di essere convocati in nazionale>.

 

Per questa edizione del Mondiale Beach è tutto, speriamo di esservi stati utili e di avervi dato la possibilità di seguire più da vicino i nostri azzurri. Ringraziamo anche i giocatori per le foto condivise, le dirette facebook e per gli audio riassuntivi inviati a fine di ogni giornata. Rinnoviamo infine l’invito di seguire le finali di oggi: USA-RUSSIA femminile, USA-GB maschile, USA-CANADA mixed.

 

Piero Pisano
Piero Pisano

...appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente. Tutto per un disco di plastica...