I 6 personaggi in cerca d’autista che ogni squadra si ritrova

Reading Time: 3 minutes

Durante il torrido caldo estivo, cosa c’è di più eccitante di un bel weekend di ultimate in una qualche località al fresco, tra le montagne, al lago, su una qualche spiaggia poco affollata… E cosa c’è di più bello di affrontare la trasferta insieme ai propri fidati compagni di squadra? E così, tra musica discutibile, discussioni edificanti, soste agli autogrill più disastrati della penisola, ecco i sei personaggi con cui avrete sicuramente avuto a che fare durante una qualche trasferta.

1. IL DJ
Posto fisso di fianco all’autista, egemonia totale sull’autoradio della vettura e si può partire. E in cuor tuo la speranza è sempre la stessa: che almeno stavolta il DJ metta su musica carica in vista del torneo o del party della sera prima… Invece, come ogni volta, ti ritrovi a cantare “Quando i bambini fanno ooh!”, “Dragostea din tei” e le altre pietre miliari del trash italiano e straniero direttamente dagli anni 2000.

2. Il dormiglione
Dal momento della partenza al momento dell’arrivo l’unico elemento che ci assicura che sia ancora presente è il fatto che russa. E russa a un livello di decibel da fare invidia a uno Space Shuttle in partenza. L’equipaggiamento tipico del dormiglione è composto di immancabili occhiali da sole, di un sacco a pelo come cuscino e delle ginocchia degli altri viaggiatori come poggiapiedi.

3. Il logorroico
E’ l’esatto opposto del dormiglione. Impossibile farlo desistere dal parlare. Incredibile la capacità del logorroico di riuscire a passare da un argomento all’altro con una facilità imbarazzante: in un primo momento sta raccontando i suoi approcci estivi in spiaggia, con relative spiegazioni del perché tutti i suoi tentativi sono falliti (noi un’idea ce la siamo fatta); successivamente racconta di quello che stava facendo alle 14.30 di Natale 2004; subito dopo spiega perché Vittorio Sgarbi dovrebbe vincere il prossimo Nobel per la pace.

4. Il tecnico-tattico
Ha passato le dodici ore che precedono la partenza a studiare minuziosamente ogni squadra che dovrà essere affrontata durante la fase a girone; dopodiché, sessione video AUDL da cui ha provato a ricavare schemi di gioco precisi da applicare alle potenzialità della propria squadra. Passa il tempo in auto a spiegare minuziosamente il playbook che ha preparato ad hoc per il torneo, corredato di note e chiose riservate ai singoli giocatori.

5. Il cambusiere
Arriva al ritrovo con uno zaino che pesa più di lui stesso, contenente qualsiasi tipo di schifezza con cui pasteggiare durante il viaggio: un arsenale di patatine strafritte, orsetti gommosi, biscotti al cioccolato, salatini… Tutto ciò che può far male alla salute e compromettere la forma di uno sportivo prima di un torneo si trova nello zaino del cambusiere, che seleziona con cura la sua mercanzia per dare a ognuno il junk food dei suoi sogni.

6. L’Autogrill fanboy
A cinque minuti dalla partenza, tutti sono felici, stanno ridendo, scherzando e scatta questa frase: “quando ci fermiamo all’Autogrill? Io dovrei andare in bagno e mettere qualcosa sotto ai denti…”. E da lì a 200 chilometri la sinfonia è sempre la stessa. In cuor suo il fanboy ama viaggiare e non c’è nulla che gli dia gioia come una sosta all’Autogrill: quei bagni sporchi, quei panini inconfondibili, i menù speciali che sono sempre gli stessi, le compilation con i migliori successi di Luca Dirisio… Perché la sua filosofia è che conta il viaggio e non la destinazione. E in fondo in fondo lo pensiamo un po’tutti.

Menzione speciale: l’autista. Eh sì, perché gira e rigira, l’eroe che mette sempre a disposizione la sua auto e la sua attenzione, vessato dalle trovate dei suoi compagni di squadra, è sempre lo stesso. E non c’è “Ma la prossima volta guida un altro!” che tenga…

Lorenzo Bandini
Lorenzo Bandini

Rock n'roll, un disco dopo l'altro, tra un libro e l'altro.