Il Madunina su Sky Sport: come hanno fatto?

Reading Time: 3 minutes
Su Sky Sport è andato in onda uno spezzone delle partite del Madunina, lo abbiamo condiviso su facebook anche noi di Itadisc e più o meno lo abbiamo visto tutti. Ma come ha fatto Ultimate Milano a portare il proprio torneo su Sky? Ce lo ha spiegato Maurizio Murciato, responsabile comunicazione di Ultimate Milano.
P: Come hai trovato il contatto?
M: Mi occupo di comunicazione e advertising da più di 10 anni. Ho semplicemente applicato le mie conoscenze e competenze alla nostra realtà milanese, potendo contare su un supporto fondamentale da parte della mia associazione sportiva, che annovera fotografi, videomaker, graphic designer e professionisti in vari settori.
Non ho mosso alcuna raccomandazione o contatto diretto preferenziale, ma solo attivato una serie di buone pratiche, che posso riassumere così:
  • creazione di un database profilato tra giornalisti, redattori e freelance nel mondo della cronaca locale milanese e delle testate sportive online e offline di settore, stando attenti a scegliere redattori e referenti in linea con il mondo degli “altri sport”
  • identificazione di una notizia attraverso l’anticipazione del posizionamento spontaneo dei media in target
  • stesura e diffusione di un comunicato stampa pre-evento che ricercasse il posizionamento spontaneo obiettivo
  • contatto e recall con diffusione ulteriori comunicati stampa tra prima e seconda giornata e a fine evento
  • realizzazione e diffusione di materiali audio e video in alta risoluzione e di qualità, praticamente in tempo reale
 In pratica è bastato avere un contenuto di valore per i media e “impacchettarlo” ad arte in modo che fosse appetibile e immediatamente spendibile. Nel nostro caso: “L’anniversario del torneo internazionale più longevo e numeroso d’Europa” è diventata un’occasione e un pretesto ghiotto per far parlare di ultimate attraverso una notizia di cronaca nazionale.
P: Quali sviluppi ci potranno essere?
M: Sicuramente continueremo a valorizzare e a mettere a frutto il lavoro fatto fino ad ora per tenere aggiornati i media di settore e locali sulle nostre attività e risultati, ma solo nelle occasioni e con i pretesti giusti in linea con l’interesse e l’agenda editoriale dei media stessi, con l’obiettivo di diffondere solo contenuti potenzialmente interessanti per loro, senza abusarne.
La chiave è mantenere un profilo professionale alto su tutti i nostri media, pagina facebook, sito, comunicati, stando attenti a diffondere le informazioni con i toni giusti e a selezionare solo foto in divisa ufficiale o immagini in movimento che puntino sull’aspetto professionale del nostro sport e non ludico o goliardico, come spesso fatto erroneamente in passato.
Milano ormai punta la maggior parte dei propri sforzi a comunicare con giovani ragazzi e i loro genitori, con l’obiettivo di attrarre sempre di più adolescenti, a partire dalle scuole medie. Il nostro “target” in comunicazione è esclusivamente questo e tutta la nostra immagine pubblica è orientata ad essere attrattivi nei loro confronti. Ultimate Milano ormai collabora da tanti anni continuativamente con il CUS Milano per i corsi universitari, e raggiunge oltre 4.000 giovani fra scuole medie e superiori con i propri istruttori federali, docenti di educazione fisica e dottori in scienze motorie.
E’ quindi cruciale per noi che questi ragazzi con le loro famiglie, una volta contattati, abbiano la percezione di venire a praticare lo sport del futuro candidato alle Olimpiadi quando si informano autonomamente sul web, e non uno sport minore e basta.
La strada è ancora lunga e in salita, ma i presupposti ci sono.
P: Ci potranno essere delle possibilità anche per i campionati Fifd? 
M: Attualmente sono un membro della Commissione Marketing della Fifd con l’obiettivo di condividere il mio tempo e le mie competenze a livello nazionale. Già per la scorsa edizione dei campionati italiani avevamo in mente una grossa operazione che poi è sfumata per un soffio. Per questa nuova stagione, proveremo sicuramente a rilanciare.
Piero Pisano
Piero Pisano

...appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente. Tutto per un disco di plastica...