Caorle attende le migliori squadre d’Europa per gli EUCF

Si terranno in Italia le finali di Champions. Le migliori squadre di club europee, qualificatesi ai regionals, stanno rifinendo gli allenamenti per arrivare preparate a puntino all’appuntamento di fine settembre. In cui, lo ricordiamo, ci saranno 3 italiane: 2 nella open e 1 nella women. Noi, intanto, abbiamo intervistato Paul Bernier, il Tournament Director dell’evento. Ecco cosa ci ha raccontato.

P: Come è organizzato l’evento?
P: Le finali di Champions, evento della federazione europea (Euf) si terranno sul terreno di un’aviosuperficie: AliCaorle. Si tratta di un piccolo aeroporto a pochi chilometri dalla cittadina Veneta di Caorle, che presenta un manto erboso di circa 1 chilometro per 300 metri. L’erba è veramente perfetta e in questa area verranno realizzati i 13 campi da gioco. Monteremo dei gazebo su tutti i campi e delle tensostrutture per la zona pranzi: i pasti saranno forniti da una cucina da campo della Protezione Civile mentre alcuni hangar saranno usati per la parte logistica dall’organizzazione. Infine per gli atleti sarà a disposizione una grande Club House con terrazza.

P: Quante sono le squadre che parteciperanno e dove potranno alloggiare?
P: Da tutta Europa arriveranno 48 squadre, suddivise nelle 3 divisioni: open, women, mixed. Abbiamo un campeggio convenzionato con tante soluzioni di alloggio: tende, bungalow, villette. Nel campeggio ci sono ristoranti, bar, discoteche e negozi per cui gli atleti potranno fare colazione e cenare come meglio credono. C’è anche la spiaggia a pochi metri per chi volesse rinfrescarsi. Dal campeggio, ovviamente, ci saranno delle navette la mattina e la sera per spostare gli atleti, un tragitto di pochi minuti.

P: Quali saranno gli sponsor dell’evento?
P: Essendo un evento Euf e non nostro, gli sponsor presenti saranno quelli della federazione: quindi Five e Funseat per lo streaming, che riprenderà diverse in partite in diretta oltre, ovviamente, alle 3 finali. Queste non si terranno nello stadio che avevamo a disposizione ma sugli stessi campi delle altre partite, per una scelta della Euf di mantenere ogni match nello stesso luogo.

P: Come vi siete organizzati per i volontari?
P: I volontari sono principalmente italiani. Alcuni saranno ragazzi delle nazionali italiane, grazie ad un accordo con Fifd. Siamo sicuri che per loro sarà fantastico assistere alle migliori squadre e vedere i migliori giocatori e giocatrici d’Europa. Sia tratta di un evento di alto livello, siamo orgogliosi di ospitarlo in Italia e ringraziamo la federazione italiana per il sostegno al momento del bando.

 

 

 

 

Piero Pisano
Piero Pisano

...appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente. Tutto per un disco di plastica...