Il Cotarica prova il colpaccio

Reading Time: 2 minutes

E’ la terza squadra italiana presente alle finali di questa Champions 2017. La squadra di Rimini, dopo essersi qualificata nell’ultimo spot disponibile ai regionals sud (6° posto in classifica) verrà a Caorle per tentare il colpaccio in terra Italica. Vediamo quale percorso dovrà affrontare.

Partiamo dal girone, dove si trova come 3° squadra nel gruppo B insieme ai Clapham (Londra), ai Ragnarok (Copenaghen) e ai KFUM (Orebro).

I 24 giocatori (da roster di Ultimate Central) guidati dal coach Simone Zoffoli affronteranno venerdì alle ore 10.10 i Clapham: subito quindi un match di altissimo livello contro una delle favorite. Difficile pensare in una vittoria della squadra di Rimini, ma il fascino di giocare certe partite caricherà sicuramente i giocatori del Cota che ce la metteranno tutta per mettere in difficoltà gli inglesi.

Alle 13.30 sarà il turno dei KFUM, squadra svedese non troppo conosciuta nel panorama dei top team: questa è la partita da vincere per il Cota se vuole lasciare un segno in questa Champions tutta italiana.

Infine, arriviamo alle 16.50 con il match decisivo contro i danesi Ragnarok: questa è la partita che potrebbe fare la differenza nel cammino dei riminesi. Vincerla vorrebbe dire mettere subito in difficoltà una big e lanciarsi tra i piani alti del tabellone come squadra “rivelazione”. Entrambe le squadre arriveranno affaticate dai primi match ma ben rodate tatticamente dalle partite precedenti: sarà fondamentale arrivare mentalmente positivi alla partita (magari con una buona prestazione contro i KFUM, mentre i Ragnarok arriveranno dalla partita contro i Clapham) e riuscire in difesa a leggere le giocate degli esperti danesi.

A prescindere dal numero delle vittorie raccolte in girone (ne basta anche solo 1 per accedere alle prime 16 posizioni) sarà fondamentale ottenere buoni risultati Clapham e Ragnarok: oltre alle prime 2 di ogni girone (i girone sono 6) accederanno agli ottavi di finale anche le migliori 4 squadre posizionatesi 3°. Questo significa che una bassa differenza mete contro i danesi ma soprattutto contro gli inglesi potrebbero risultare poi fondamentali per accedere alla fase ad eliminazione.

 

 

Piero Pisano
Piero Pisano

...appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente. Tutto per un disco di plastica...