Intervista a Enrico Randazzo, presidente commissione Sotg

Reading Time: 2 minutes

Con Enrico Randazzo iniziamo un ciclo di interviste ai vari presidenti delle commissioni federali.

P: Quando hai iniziato a giocare?
E: Ai tempi dell’università non di rado avevo un frisbee nello zaino, immancabilmente si finiva per lanciarlo al
parco o nella prima piazza disponibile. Poi, nel 2004, in una spiaggia caraibica, vidi per la prima volta un frisbee da ultimate, decisamente più performante ma anche più difficile da lanciare rispetto a quelli facilmente reperibili. Approdato nel 2005 a Maiorca per lavoro, trascinai i miei coinquilini in spiaggia ed iniziammo ad imparare i lanci da ultimate, affidandoci alle istruzioni cartacee a corredo di un disco decathlon per ultimate junior, l’unico reperibile in zona. Da autodidatti iniziammo a informarci sulle regole del gioco e da totali principianti ci iscrivemmo al torneo hat Copa Pescadisco. Entusiasti dell’esperienza, fondammo il primo gruppo informale di ultimate delle Baleari, Los Caracoles, coinvolgendo studenti dell’università di Palma di Maiorca; purtroppo il progetto svanì poco dopo il mio rientro a Torino.

P: In che squadra hai giocato in Italia?
E: Al mio ritorno a Torino, contattai i giocatori superstiti della vecchia guardia dei Beefree, poi finalmente nel 2007 si costituì la Associazione Ultimate Torino, di cui sono stato presidente per 10 anni. Coi Beefree partecipammo a tantissimi tornei in Italia e all’estero, spesso con l’aiuto di giocatori italiani e stranieri.

P: Quali trascorsi hai con le nazionali?
E: Con la nazionale Master ho partecipato ai EUC di Maribor del 2011, agli ECBU del 2013 a Calafell, ai WUCC di Lecco 2014 con gli amici di Ultimate Bergamo (ahimè come portaborracce a causa di un infortunio) ed infine ai EUC di Copenaghen 2015 (sebbene abbia giocato molto poco per un altro infortunio).

P: Quando sei entrato nella commissione Sotg?
E: Quando ero dirigente FIFD creammo le commissioni, tra cui quella SOTG; fin da subito ne feci parte, collaborando con Dario Lucisano che ne era presidente; col nuovo direttivo attualmente in carica ho ricevuto il mandato di gestire la suddetta commissione, affiancato da Simone Scremin (Frasba Dal Lac) e recentemente Enea De Cristofaro (Ultimate Bergamo).

P: Di cosa vi occupate e cosa fa il presidente della commissione? Ci saranno novità per il 2018 sul piano del regolamento?
E: La commissione si occupa della formazione dei tecnici di ultimate per la parte di Sotg e regolamento, gestisce la valutazione Sotg ai Campionati Italiani grazie ad una piattaforma online in continua evoluzione, traduce il regolamento dell’ultimate ed i molteplici aggiornamenti, prepara nuova documentazione utile a migliorare la consapevolezza dei giocatori riguardo allo Spirito del Gioco e monitora il comportamento dei club e delle squadre italiane che partecipano ad eventi internazionali organizzati da EUF e WFDF.
Come presidente mi occupo direttamente dei rapporti con le varie commissioni e col direttivo della Federazione italiana, europea e mondiale, supervisiono se necessario il lavoro dei miei colleghi, mi occupo direttamente delle traduzioni e dei corsi per i tecnici.
Al momento non sono previsti aggiornamenti del regolamento per il 2018, abbiamo quindi più tempo per implementare la valutazione online del Sotg durante i campionati italiani, di utilizzare i canali ‘social web’
per arricchire la discussione su Sotg e regolamento, tradurre il test per l’accreditamento sul sito WFDF e
dare maggiori strumenti ai capitani Sotg dei vari club.

Piero Pisano
Piero Pisano

...appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente. Tutto per un disco di plastica...