Seria A Challenger e U17 già spaccate

Reading Time: 1 minute

Ieri si sono svolte le tappe di serie A Challege e U17. Vediamo i risultati: la prima impressione è che ci siano già delle differenze nette di valore tra le squadre.

Serie A Challenger
Partiamo dalle sorprese positive: i RedBulls. Appena promossi in serie A hanno dimostrato di essere all’altezza della nuova divisione e di poter competere ad armi pari. Da segnalare la vittoria per 15-10 contro i Cp di Imola.

Male invece l’altra neopromossa, Torino, che nelle 2 partite è riuscita a realizzare appena 6 mete. Sorte simile per le 2 “non retrocesse” dell’anno scorso, Voladora e Brescia: 8 mete la prima e 9 mete la seconda considerando entrambe le sfide disputate.
Queste 3 squadre sembrano non riuscire a competere ad armi pari contro le avversarie e sembrano già destinate a giocarsi i playout. Diventeranno quindi fondamentali gli scontri diretti perché la prima impressione è che non riusciranno a strappare nessun punticino contro le altre squadre.

Spaccamadoni e Barbastreji hanno passeggiato in entrambe le partite e insieme a Cp e Redbulls possono ambire ad entrare nei 3 posti dei playoff.

Under 17
Anche qua abbiamo assistito a molte sfide impari e pochi match combattuti.
Gli historyone e gli uncountable sono superiori, soprattutto i primi che sembra non abbiano rivali. Ancora molto alti in classifica i Fly Down che però devono ancora disputare 2 partite difficile, mentre in risalita abbiamo i Donkey Junior, i Cota Viet King e gli Alligators.
HistoryOne 2, 360 Ultimate Team e Kiss chiudono la classifica, con questi ultimi ancora a zero. Nella parte bassa della classifica però il livello sembra più omogeneo e potrebbero arrivare delle sorprese nelle prossime giornate.

Piero Pisano
Piero Pisano

...appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente. Tutto per un disco di plastica...