Nasce una nuova lega professionistica: dall’Australia arriva la AUL

Reading Time: 1 minute

Dalla terra dei canguri arriva una nuova lega “professionistica”: AUL, Australian Ultimate League. Scopriamo di cosa si tratta.

E’ stata lanciata ufficialmente a inizio marzo e dovrebbe aprire i battenti a metà agosto: la lega “professionistica” Australiana vedrà un weekend intero di partite (round robin) e poi la finale tra le 2 squadre migliori a Sydney il 13 ottobre. Ma andiamo con calma.

La AUL sarà una lega mixed giocata 6VS6: 3 uomini e 3 donne in campo. Era nell’aria da diverso tempo in Australia ma la vera spinta è arrivata dopo il boicottaggio alla AUDL per motivi di gender equity.

Le squadre che parteciperanno in questo primo anno saranno “solo” 6: Adelaide Dragons, Brisbane Breakers, Canberra Freeze, Melbourne Flames, Perth Power, Sydney Suns. Attualmente le squadre hanno già gli allenatori e alcuni giocatori. Il resto del roster verrà ufficializzato più avanti con le selezioni finali che si svolgeranno a inizio maggio.

Ma perchè abbiamo messo tra virgolette la parola “professionistica”? Perchè, come spiegano anche gli ideatori della lega, quello di renderla professionistica è un obiettivo più che una realtà: difficilmente verranno pagati i giocatori che parteciperanno in questa prima stagione inaugurale ma l’obiettivo iniziale è quella di coprire le spese per poi avere sempre un margine maggiore e poter farla diventare veramente professionistica.

E sul regolamento ci saranno modifiche? A parte i 6 giocatori in campo e una panchina bloccata con un massimo di 12 giocatori, il punteggio massimo di 13 punti e l’assenza del cap, la principale regola dell’ultimate sarà rispettata: non ci saranno arbitri.

Maggiori informazioni e approfondimenti si possono fare sul sito ufficiale: www.australianultimateleague.com

 

 

Piero Pisano
Piero Pisano

...appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente. Tutto per un disco di plastica...