La via Emilia prova a sfornare una nuova squadra: Carpi

Non sembra arrestarsi il fermento di squadra in Emilia Romagna: dopo Reggio Emilia e Russi (Ravenna) ora è Carpi che sta provando a sorgere. Abbiamo intervistato Giovanni Spigato, uno dei fondatori del gruppo.

Alcuni di voi avranno probabilmente già visto la loro pagina instagram. Noi di Itadisc li abbiamo intervistati per voi: ecco quello che ci ha raccontato Giovanni, il capitano.

P: Come siete nati?
G: Diciamo che ad agosto 2017 io e il cofondatore Daniele Panizza scopriamo l’esistenza di questo sport praticato col frisbee. Dopo aver coinvolto diversi amici, a marzo di quest’anno si può dire che sia nata la squadra, con un giorno fisso di allenamento a settimana.

P: Chi vi allena?
G: Siamo una squadra autodidatta. Abbiamo avuto alcuni contatti con una allenatrice di Modena e un giocatore di Piacenza: entrambi molto disponibili ma purtroppo non sono riusciti a garantire continuità per allenarci. Stiamo quindi cercando una soluzione tramite le loro conoscenze senza però smettere di allenarci.

P: In quanti siete attualmente e cosa vi è piaciuto di questo sport?
G: Dai circa 4/5 giocatori iniziali (15 anni l’età media) abbiamo già raddoppiato il numero e speriamo di continuare a crescere ancora così velocemente. Vorremmo coinvolgere sempre più ragazzi e ragazze perchè ci siamo subito innamorati di questo sport: il fair play, il rispetto per l’avversario e l’auto arbitraggio ci sono sembrati aspetti estremamente affascinanti che negli altri sport non abbiamo mai trovato.

P: Quali sono i progetti per il futuro?
G: Speriamo di poter partecipare alla prossima stagione, magari facendo la nostra prima amichevole e, perchè no, anche a qualche torneo. Il primo obiettivo rimane comunque riuscire a trovare un allenatore. Abbiamo già le maglie di squadra e stiamo cercando di organizzarci sempre al meglio.

 

Piero Pisano
Piero Pisano

...appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente. Tutto per un disco di plastica...