Intervista a “NKolakovic”, il video maker dell’ultimate frisbee

In occasione dei mondiali junior 2018 abbiamo intervistato Nathan Kolakovic, il video maker più famoso nel mondo dell’ultimate frisbee, conosciuto sui social come “NKolakovic“. Ecco cosa ci ha raccontato.

P: Quanti anni hai, dove vivi e quando hai iniziato a giocare a ultimate?
K: Ho 24 anni e sono di Vancouver, Canada. Ho iniziato nel 2007 e adesso gioco nei DNA.

P: Ma qual è l’origine del tuo cognome?
K: Mio nonno era Croato, mentre ho entrambi i genitori canadesi.

P: Quando hai iniziato a fare video e foto sul mondo dell’ultimate frisbee?
K: Ho iniziato a fare foto e video nel 2013, sono 5 anni che faccio questa attività. Però non si tratta del mio lavoro principale. Attualmente lavoro nell’ambito delle costruzioni edili, ma in futuro vorrei che la mia passione diventasse il mio lavoro. Il mondo dell’ultimate frisbee deve ancora crescere però, quindi prima è importante aiutare l’intero movimento a espandersi e poi potrò cercare di trasformare la mia attività nel mio lavoro principale.

P: Come funziona per averti ad un torneo per fare foto e video?
K: Dipende, in alcuni casi sono io che contatto gli organizzatori dei tornei, in altri casi sono loro che mi cercano. E anche il compenso varia molto a seconda dei casi, non ho un tariffario, quindi cerco sempre un accordo con il tournament director.

P: Sei mai stato in Europa per coprire un torneo?
K: Sono stato a Wroclaw in Polonia, per i mondiali junior 2016, ma anche a Londra per i mondiali U23 del 2015, e altri tornei anche per club.

P: Quali sono i prossimi eventi a cui ti vedremo?
K: Nelle prossime settimane sarò in Messico per le finali di campionato e in US per i club nationals.

P: Parlando della tua attività di video maker, ci puoi raccontare un po’ come si svolge?
K: Diciamo che dietro a un video di 3 minuti, ci sono dalle 10 alle 15 ore di lavoro di editing. Senza parlare ovviamente del tempo passato a riprendere le varie partite, che solitamente sono 5 o 6 ore di registrato al giorno. Per fortuna ho un’ottima memoria visiva e non devo appuntarmi nulla: quando avviene un’azione interessante davanti a me e la sto riprendendo, riesco a memorizzarla, in modo da velocizzare la fase successiva di ricerca e editing. Riguardo comunque sempre tutto il registrato per controllare di non aver dimenticato nulla, anche perchè lo schermo in cui guardo è molto piccolo, ma solitamente la mia memoria non mi inganna.

P: Ultima domanda: preferisci fare foto o video?
K: Preferisco fare foto ma la parte di video editing mi piace moltissimo.

 

 

Piero Pisano
Piero Pisano

...appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente. Tutto per un disco di plastica...