Intervista a Rumi Tejpar, fondatore della BE Ultimate

Reading Time: 3 minutes

E’ stato il nostro main sponsor in questi ultimi mesi e per questo abbiamo deciso di proporvi una intervista al suo fondatore, Rumi Tejpar, per farci raccontare la nascita e gli sviluppi futuri di uno dei brand di abbigliamento più conosciuti: BE Ultimate.

Ha giocato nella Fotta (come esterno) agli ultimi mondiali per club a Cincinnati (Ohio, USA) ed è uno dei giocatori più conosciuti in Canada, dove ha sede la sua azienda: BE Ultimate, che propone abbigliamento sportivo di tutti i tipi per ogni giocatore di ultimate. Scopriamo insieme la sua storia e quella di BE Ultimate.

P: Quando hai iniziato a giocare ad ultimate e cosa ti è piaciuto in particolare di questo sport?
R: Ho iniziato durante l’high school (scuole superiori). Da più giovane ho praticato squash a livello nazionale e internazionale ma mi stuzzicava l’idea del frisbee, così pensai che fosse ottimo iniziare a giocare ad ultimate come allenamento “parallelo”. Il gioco di squadra e lo spirito comunitario dello sport furono subito per me un richiamo irrinunciabile. La squadra e la comunità frisbistica consentono ad ognuno di essere se stesso senza mettere da parte l’aspetto competitivo, cosa che non è così comune in altri sport.

P: Quando invece hai deciso di fondare la BE Ultimate?
R: Nel 2012. Ricordo che indossavo maglie e pantaloncini che soddisfacevano a pieno, l’ordine poi arrivava sempre tardi e c’erano troppi errori con le taglie e le grafiche. Ma era davvero molto più difficile di quello che pensassi fare abbigliamento sportivo! Ho portato avanti l’azienda da solo per circa 3-4 anni e in quel periodo ho imparato tantissimo sui materiali, sulla cucitura e sulla personalizzazione grafica delle divise. Tutto questo lavoro culminò nel lancio della N-Series. Avevamo finalmente realizzato un prodotto che era praticamente il migliore sul mercato per quanto riguarda l’abbigliamento sublimato. E’ stato fantastico sapere di avere un kit invidiabile da proporre a tutti i giocatori del mondo.
Ma lo sviluppo non si è fermato: nei 2 anni successivi abbiamo rifinito i nostri materiali assumendo esperti in athletic fashion, abbiamo lanciato nuovi prodotti tutti orientati alla performance e il nostro team è cresciuto per servire al meglio i nostri clienti e venire incontro alle loro necessità, creando un brand che ispirasse, motivasse e ricordasse alle persone di essere sempre Better than Ever.

P: … a proposito, qual è l’origine del nome BE Ultimate?
R: Deriva appunto dallo slogan Better than Ever. E’ qualcosa che significa molto per me come atleta, credo fortemente nello sviluppo personale di ciascuno di noi e volevo creare un’azienda in cui potessi dare il meglio di me e che potesse aiutare le altre persone a dare il massimo.

P: Quali sono i progetti futuri?
R: C’ sempre fermento alla BE Ultimate. La cosa principale a cui stiamo lavorando è la nuova linea di cappelli e la nuova linea di Pivot Pants 2.0s, che saranno i migliori pantaloni da ultimate sul mercato. Siamo super soddisfatti di come si sta sviluppando il prodotto e non ci fermeremo! Come brand, invece, siamo sempre alla ricerca di nuovi modi per coinvolgere la comunità frisbistica. Nell’ultimo anno abbiamo realizzato diversi contenuti video, abbiamo fatto parlare i nostri atleti migliori portando avanti anche il programma di “giocatori ambascatori” della BE Ultimate; inoltre abbiamo avviato partnership con grandi enti che potranno essere anche loro innervati dal nostro spirito Better than Ever!
Per quanto riguarda l’Italia, siamo rimasti impressionati dal veloce sviluppo che nell’ultimo decennio avete saputo portare avanti. L’Italia ha fatto conoscere a tutti la forza del proprio settore giovanile che sta crescendo e saprà migliorare ancora in futuro. Speriamo a breve di far partire qualcosa di grande anche noi in Italia!

 

Piero Pisano
Piero Pisano

...appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente. Tutto per un disco di plastica...