Cosa ci aspetta dal campionato 2020?

Reading Time: 1 minute

Finiti i Ciu 2019, le squadre iniziano ad organizzarsi in base alle retrocessioni o alle promozioni. Ma è tutto definito il prossimo campionato? Non proprio.

Se per la serie A e B men è tutto praticamente chiaro (confermate le 12 squadre divise nei 2 gironi da 6 in base al seeding e struttura successiva come quest’anno), per le restanti serie bisognerà aspettare ancora qualche mese.

Rimanendo alla serie C men, ci sarà ovviamente un chiaro rimescolamento dei gironi in base alla zona geografica delle squadre retrocesse e in base alle nuove squadre che si iscriveranno. Questo è ovvio è avverrà tutti gli anni.

Ma è per la divisione femminile che rimangono i maggiori dubbi: la serie A Women quest’anno non aveva retrocessioni con l’obiettivo di aumentare le squadre che ora sono dunque 10. Ma essendo 12 l’obiettivo della federazione, questi sono gli scenari plausibili:

  • si chiede alle prime squadre della serie B se vogliono salire e si porta a 12 la serie A Women
  • anche il prossimo anno non ci saranno retrocessioni ma solo 2 promozioni dalla B Women
  • ci saranno 1 o 2 retrocessioni ma ben 3 o 4 promozioni

E poi anche la B Women potrebbe essere modificata, visto che questo primo anno è stato evidente il forte divario tra la zona sud e quella nord. Vedremo allora 2 divisioni come nella Men, cioè non fatti in base alla geografia ma in base al seeding, oppure rimarrà tutto uguale?

Lo scopriremo nei prossimi mesi, prima ci sono molti altri appuntamenti: le nazionali, i regionals e la champions, i Ciu Beach e i Ciu Mixed.

Piero Pisano
Piero Pisano

...appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente. Tutto per un disco di plastica...