WU24. Capolavoro Italia, è prima d’Europa: maschi bronzo, ragazze 5°,

Un mondiale U24 ricco di soddisfazioni per la nazionale maschile e femminile: i maschi battono il Giappone nella finalina, le ragazze le tedesche per il 5° posto. Meno bene la mista che, partita con seeding 14, chiude al 16° posto.

MIXED

Con 2 sconfitte nel finale si chiude il percorso della mixed u24: <In semifinale abbiamo incontrato la Francia> parla il coach Massimo Pagnin <una squadra che sicuramente aveva aspettative più alte ma è scesa nel pool basso. Purtroppo non siamo riusciti ad andare in vantaggio pur giocando una discreta partita e abbiamo perso 10-15. Nella finalina contro la Spagna, invece, la partita è stata tiratissima fino alla fine, con tanti errori e sorpassi: nello universe finale, pur partendo in attacco, abbiamo preso meta e si è chiuso così il nostro mondiale>. C’è da dire che era la divisione col maggior numero di squadre e che molte nazioni hanno preferito portare la mixed come squadra forte, e questo ha mischiato un pò le carte in gioco, con risultati inaspettati, come il quarto posto della Lettonia, il 6° dell’Olanda e l’8° posto della Polonia. Menzione d’onore per Lorenzo Gatti che chiude l’avventura al 4° posto della classifica dei marcatori con 37 assist e 7 mete. Per lo spirito, ottimo 5° posto con una media di 11.30.

WOMEN

Un capolavoro l’avventura della women: come ormai da tradizione dei mondiali U20, la squadra chiude al 5° posto battendo la solita Germania e confermando il proprio valore in quanto migliore nazione europea. Ricordiamo che si tratta della prima avventura femminile ad un mondiale U24, per questo il seeding iniziale era basso, 10° posizione. <Nella finalina vinta 15-13 bisogna ringraziare la squadra di difesa che fa 4 break, di cui 3 nel secondo half e ci fa vincere la partita> commenta Barbara Bondi. <L’attacco ha avuto un po’ di sbavature nel primo half ma chiude con l’84%. MVP assoluto della partita è Cecilia Scagliarini che ha giocato 20 mete su 28 segnandone 6 su 15: davvero spettacolare>. La women chiude al 9° posto la classifica dello spirito con 10 di media mentre Irene Scazzieri è la 6° marcatrice del mondiale con 13 assist e 27 mete.

MEN

La medaglia al collo è la ciliegina sulla torta per la squadra maschile: pur avendo regalato la finale agli Usa (ci sarebbero andati probabilmente lo stesso ma almeno fargliela sudare sarebbe stato meglio, soprattutto per chi si è connesso e ha visto la partita in diretta) i ragazzi tirano fuori l’ennesima grande prestazione della finalina contro il Giappone. Il copione è simile alle partite precedenti: nel primo tempo gli azzurri reggono, con gli attacchi che segnano sempre portando il risultato sul 7-8 per il Giappone, partito in attacco. Ma nella ripresa la squadra tira fuori l’ennesima prestazione da incorniciare e concedono agli avversari solo 3 punti, chiudendo 15-11. Capolavoro. Per lo spirito, chiudono al 16° posto con 10.09

 

 

Piero Pisano
Piero Pisano

...appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente. Tutto per un disco di plastica...