Eyuc’19. Le maschili ai quarti, U17W bene mentre U20W fuori

E’ finito allo universe il sogno della U20 femminile di entrare nei quarti di finale passando dal recovery. Vola invece la U17 maschile che chiude prima di girone nonostante una sconfitta. U17 women rimane nei piani alti del girone mentre oggi torna in campo la U20 men per il quarto di finale.

U20 MEN

Ieri ha riposato, oggi giocherà il quarto di finale alle 11.15 contro la Svezia come da pronostico. Avversario sulla carta battibile: l’Italia è a punteggio pieno mentre gli Svedesi hanno subito 3 sconfitte nel girone.

U17 WOMEN

Ieri le ragazze hanno giocato contro Austria e Ungheria: <Abbiamo vinto 12-9 il primo match facendo un po’ più fatica del previsto> precisa il coach Manuel Belluco. <Abbiamo costruito un cuscino di 3 punti e poi abbiamo sempre mantenuto il vantaggio. La seconda invece l’abbiamo persa allo universe: loro erano molto forti con 2 portatrici veramente brave che abbiamo faticato ad arginare. Comunque gran cuore da parte di tutto il gruppo, siamo soddisfatti della giornata. Oggi abbiamo Gran Bretagna e Francia, le ultime partite del girone e poi ci saranno le fasi finali del torneo>.

U17 MEN

I ragazzi chiudono al primo posto il girone e guadagnano il quarto di finale più agevole nonostante la sconfitta nella seconda partita della giornata: <Contro l’Austria abbiamo giocato abbastanza bene> ci racconta il coach Alessandro Fiorentino. <Siamo entrati con la solita mentalità che ci ha contraddistinto fino ad ora, ossia una partenza forte con le linee speciali per controllare subito il match e spezzare il ritmo avversario. Ottima risposta da parte di tutto il team che anche questa volta ha saputo prendere le distanze ed arrivare all’half in netto vantaggio. Successivamente, pur ruotando un po’ più le linee, abbiamo preso il largo e vinto 15-7. I punti forti che ci hanno portato alla vittoria sono stati calma e un flusso pulito in attacco, abbiamo dei portatori davvero talentuosi e di esperienza. Per la difesa invece un’ottima capacità di switchare tra una difesa a uomo spezza gambe nel primo half per passare ad una zona nel secondo half, con l’obiettivo di addormentare il gioco ed eliminare i punti di riferimento presi dagli austriaci sino a quel momento.  Con la Germania invece siamo partiti un po’ scarichi ma comunque punto a punto: stavolta abbiamo girato molto poco le linee anche se per perdere il seed 1 del power pool dovevamo perdere di almeno 7 punti, ma non si poteva lasciare nulla al caso, sopratutto perché nella seconda metà del primo half i tedeschi hanno ingranato bene e ci hanno rifilato un +4, recuperato poi fino ad un 6-8 per loro a fine half. Nel secondo tempo siamo tornati a meno uno ma molti errori individuali e di scelta aggiunti a qualche colpo di fortuna per la Germania ha portato quest’ultima in controllo sul più 3. Il nostro problema è stato che ci siamo impauriti in attacco perdendo fiducia e in difesa non riuscivamo a chiudere al meglio il loro flusso. Verso il termine del match abbiamo provato a giocarci il tutto per tutto d’orgoglio ma ormai la nostra sicurezza e l’umore erano già irrecuperabili e abbiamo chiuso la partita sotto di 4 assicurandoci comunque il seeding migliore del nostro power pool. Domani alle 11.15 partita apparentemente facile per il quarto di finale contro la Svezia e in caso di vittoria si andrà ad incrociare alle 17.15 in streaming su Fanseat la vincente tra Belgio e Austria. Probabilmente sarà il Belgio a spuntarla. Abbiamo studiato entrambe le squadre e siamo pronti ad affrontare chiunque ci si pari davanti>.

U20 WOMEN

Purtroppo per le ragazze la corsa si arresta qua, con una sconfitta allo universe contro la Slovenia che brucia. Rimangono le ultime partite del gironcino finale per conquistare la 9° posizione. <E’ stata una giornata emotivamente difficile> racconta la coach Irene Scazzieri. <Le ragazze han giocato bene in attacco ma, come in tutte le altre partite, non siamo riuscite a tenere il vantaggio che avevamo all’half time. In difesa le avevamo bloccate con una zona escludendo il loro giocatore più forte, ma una volta che hanno capito non siamo più riuscite a marcare a uomo>. Oggi giocheranno contro la Polonia alle 9.15 (già battuta 15-1) e poi contro l’Irlanda alle 15.15.

 

Foto di copertina di Klara Lipertova.

 

Piero Pisano
Piero Pisano

...appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente. Tutto per un disco di plastica...