Il primo torneo master del 2020 se lo aggiudica Trento

I Ghostmaster – UFO di Trento si aggiudicano il primo torneo master del 2020. Battuti in finale i Wise Gators. E’ lo specchio di una sezione dell’ultimate che sta crescendo. A marzo la Federazione ha in programma il primo Campionato italiano di categoria.

La stagione 2020 per i master si è aperta domenica con la ‘Winter Iron Cup’ di Padova, il torneo indoor giunto alla sua seconda edizione che, oltre alle divisioni men e women, ha visto schierate 4 squadre old mixed (età over 33 per i maschi e 30 per le femmine), impegnate in un unico girone; per tutti 25′ di partita, 5vs5 e nel pomeriggio semifinali e finali.
Ad aggiudicarsi il torneo sono stati i Ghostmaster – UFO di Trento, squadra di giocatori di esperienza che ha concluso l’intero torneo aggiudicandosi tutte le partite e battendo in finale per 11 a 4 i Wise Gators – Alligators, domenica in formazione ridotta.
Vincono lo spirito del gioco gli Oldastrej, squadra formata dai vecchi Barbastrej padovani; alcuni ora impegnati in altre squadre venete, altri a ‘riposo’ da tempo, ma che non hanno resistito al richiamo di 175 grammi di plastica.
A chiudere la classifica i Barbacanaje, ‘padroni’ di casa essendo i master del CUS Pd, squadra interamente composta da giocatori beginners con 1 anno di esperienza, che è riuscita comunque a bloccare sul 6 pari i Wise Gators nella partita d’esordio e ad impegnare nuovamente la squadra della Polisportiva Masi di Casalecchio in una partita supplementare che si è resa necessaria per definire la classifica del girone dopo l’incredibile parità per numero di punti, mete fatte e subite; partita che i bolognesi si sono aggiudicati allo universe.
Nel pomeriggio la partita più tirata è stata la semifinale Oldastriej – Wise Gators. I primi l’hanno condotta quasi sempre in vantaggio senza però riuscire a staccare gli avversari che li hanno prima raggiunti e poi superati fermando il punteggio finale sul 9 a 7.
Soddisfatto Roberto Calzà, giocatore, capitano e animatore da anni del mondo ultimate a Trento e in Valsugana: <Questa dei Ghostmaster è la prima uscita dopo che a settembre abbiamo deciso di formare una squadra master, raccogliendo la disponibilità di giocatori over 33 e di beginners. Purtroppo a Padova non siamo riusciti a portare i principianti ed abbiamo integrato i ranghi con giocatori provenienti dai Goats di Bolzano. Ma è nostra intenzione insistere nel far crescere anche da noi la master. La nostra squadra fa parte della Polisportiva Oltrefersina e speriamo di attirare ‘verso il disco’ sportivi che frequentano l’impianto che da gennaio gestiamo a Pergine. Non so però se faremo in tempo a crescere per il primo campionato italiano master che la Federazione ha annunciato per il 28 e 29 marzo. Se ci fosse la possibilità di inserire alcuni pick up sì, altrimenti per quest’anno la vedo difficile>.
Peccato che al Winter Iron Cup non abbiamo potuto partecipare anche i Flying Donkey di Milano e i Cotequila Vintage di Rimini, le altre squadre del movimento master italiano che si sta lentamente formando.
La strada dello sviluppo di questa divisione l’hanno senza dubbio segnata i Wise Gators, da 3 anni a questa parte: nuovi innesti su giocatori di esprienza. Infatti a Padova hanno giocato con 2 donne della nazionale femminile master e 3 nazionali della maschile, suddivisi fra master e grand master.
E i Wise non difettano della voglia di organizzare tornei: “Dopo l’ottima esperienza del primo BIGMUT, Bologna International Grand Master Ultimate Tournament svoltosi a giugno ’19 siamo quasi pronti per lanciare l’edizione 2020, sempre ad inizio estate. Mi risulta che sia l’unico torneo master internazionale che si gioca in Italia e l’unico Grand Master sull’erba in tutta Europa. Gli altri si disputano sulla sabbia> riferisce orgoglioso Alejandro ‘Ara’ Aragon.
Un interesse crescente per le master che si è già tradotto in risultati per le nazionali: dopo l’esperienza chiusa all’8° posto a quelli beach in Portogallo, ad ottobre a Madrid sono arrivati gli argento della Grand Master maschile ed il bronzo sia per la Master femminile e che per quella maschile.
Quindi ottimi presupposti per un buon 2020 (a tutti)!
Articolo di Andrea Nicolello Rossi
Piero Pisano
Piero Pisano

...appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente. Tutto per un disco di plastica...