Serie A. Sorprese, delusioni e conferme

Scarpette ai piedi, ecco le sorprese, conferme e delusioni della prima tappa della massima serie. La lotta per gli ultimi posti ai play-off sembra molto incerta, Padova si candida come outsider di rilievo. Voladora conferma di potersela giocare per la salvezza, inizio in salita per Zero51, Fano e Brescia.

Bologna, ore 10, sui campi del Terrapieno parte la Serie A 2017, livello di gioco sempre in crescita e tutto da decidere in una massima serie che sembra incerta più che mai, specialmente dietro le prime della classe. Giornata di sole primaverile e piuttosto ventosa che ha messo alla prova le 10 squadre che si giocano il titolo.

Sorprese

Le squadre che sono partite con una marcia in più rispetto alle attese sono sicuramente i Barbasteji di Padova e CP di Imola. I veneti hanno portato a casa 4 punti, mostrando solidità e una buona profondità di roster, riescono a giocarsela punto a punto con i Discobolo arrivando sull’11-11, quando i bolognesi aggiustano il tiro e portano a casa il match per 13-11. Bella partita tra due possibili semifinaliste e padovani che dimostrano di poter dare del filo da torcere a molti. Contro gli Spaccamadoni, partono subito sopra e portano a casa 3 punti con una buona prova di maturità.

Per i romagnoli invece inizio difficile con la Fotta Red, ma successivamente si rifanno contro gli Zero51, strappando la vittoria allo universe point (12-11), in una partita molto tesa. Al momento della vittoria risuona l’urlo per tutto il centro sportivo, segnale della vittoria di prestigio portata a casa dagli imolesi.

Deluse

Senza dubbio ci sia aspettava di più dagli Zero51, dai bresciani al primo assaggio di serie A e dal fanesi che rimangono al palo.

I bolognesi partono subito con un match caldissimo contro il Cotarica, con l’ambizione di migliorare il quinto posto delle ultime 2 stagioni. Leggero vantaggio per i romagnoli nel primo tempo, e fino all’8-6 Cota, quando poi i riminesi mettono la freccia e sfruttano le leggerezze dei giovani capitanati da Scozzari chiudendo con autorevolezza per 13-7. Nella seconda partita altra sconfitta contro i rapidi CP e giornata che si chiude con un solo punto portato a casa.

Brescia parte bene nella prima gara di giornata contro l’altra neopromossa, i Voladora di Parma, trovandosi in vantaggio all’intervallo. Nel secondo tempo però il tracollo e partita che finisce 11-8 per gli emiliani, forse complice anche un piccolo infortunio alla caviglia dell’ex-nazionale Vantadori. Nel pomeriggio possono poco contro la Fotta Red (15-6), ma sembrano comunque avere fretta di concludere i punti e compiono scelte spesso forzate. Il campionato è comunque ancora lungo per loro.

Fano si trova dopo la prima tappa in fondo alla classifica con 0 punti. Nella prima partita vengono surclassati dai DB in un risultato che parla chiaro 15-8. Secondo match più combattuto contro i Barbastreji, ma nel finale non riescono strappare il punticino, perdendo 13-9 al cap e sembrando ancora un po’ confusionari in alcune fasi di gioco, forse frutto anche degli esterni presenti in squadra. Due partite non facilissime per loro che potranno rifarsi già nella tappa del 2 aprile.

Conferme

Fotta Red e Fotta White fanno bottino pieno e balzano subito al comando, mentre i primi non hanno particolari problemi in una giornata abbastanza facile, i White partono male nello scontro con il Cotarica che segna un break e si porta sul 5-3. Da quel momento però le maglie col nettuno mettono la quinta, portandosi prima sul 6-12 per poi chiudere in controllo.

Il Cotarica dal canto suo conferma di essere ancora squadra di alta classifica, nonostante la sconfitta dell’ora di pranzo, fanno 3 punti contro gli Zero senza troppi problemi, dimostrando di avere una marcia in più e di puntare in alto.

I DiscoBolo mettono sotto i fanesi nel primo match come detto, ma si trovano in difficoltà contro i padovani che arrivano anche al vantaggio sull’8-7. Nelle battute finali confermano di essere un gradino sopra segnando gli ultimi due punti della partita e portando a casa il match nonostante qualche esultanza non proprio in linea con il fair-play. Per loro sarà importante la costanza e gli scontri diretti contro le prime della classe.

Voladora dal canto loro, ottengono il massimo nella giornata bolognese, al di là della sconfitta contro La Fotta, rischiano quasi di portare a casa il jackpot contro i Bubba di Brescia vincendo poi di 3 in un finale in crescendo. I loro cutter atletici, misti ad una gestione oculata dei reset nelle retrovie, potrebbero dare problemi a varie squadre e guai a chi li dava per spacciati ai nastri di partenza.

Nella prossima giornata ci saranno vari scontri diretti che andranno a definire meglio la classifica: dietro ai cussini la lotta per i posti playoff sembra aperta a sorprese e allo stesso tempo nessuna squadra sembra destinata a fare da fanalino di coda. Un campionato avvincente come non succedeva da tempo che vedrà il prossimo appuntamento sempre nella città delle torri il 2 aprile.

La classifica può essere consultata in fondo alle pagine del sito.

Andrea Mastroianni
Andrea Mastroianni

Ci si può drogare di cose buone… E una di queste è certamente lo sport.