I Discover, la vera sorpresa della serie B

Appena saliti in serie B, i Discover di Verona hanno già dimostrato di poter affrontare ogni squadra a viso aperto. Abbiamo chiesto all’allenatore Luca Fratton il loro segreto.

P: Cosa è cambiato dall’anno scorso?
L: L’anno scorso siamo arrivati al primo posto della C durante la regular season, vincendo agilmente ogni partita. Ai playoff abbiamo sottovalutato i Kiss My Disc e abbiamo perso allo universe, passando comunque come seconda squadra in serie B.
Già nella passata stagione abbiamo riscontrato una forte crescita di molti giocatori, ma siamo tutti rimasti un po’ sorpresi dai risultati di questa prima tappa di campionato: vittoria contro i Bischi di 3 mete, vittoria ampia contro Cremona e sconfitta contenuta contro Milano. Così in classifica ci siamo ritrovati quasi in vetta con 6 punti. E i nostri nuovi giocatori Alberto Fraccaroli e Giacomo Perazzoli hanno già dimostrato enormi potenzialità.

P: Qual è allora il segreto?
L: Abbiamo lavorato sodo, c’è una buona sinergia e armonia tra di noi e giochiamo molto di squadra. In autunno al Discoludens siamo arrivati 6°, battendo i Voladora, e contro i Cp e gli Zero51 ce la siamo giocata. Questo ci ha dato tanta fiducia e in inverno abbiamo partecipato a tutti i tornei indoor nella nostra zona. Alla Coppa Primavera siamo arrivati stanchi ma al campionato siamo riusciti ad esprimere il nostro gioco.

P: Cambierete gli obiettivi per questa stagione?
L: Rimaniamo coi piedi per terra: volevamo salvarci e questo resta questo l’obiettivo.

(Foto di copertina di Tommaso Chemello concessa da Ultimate Milano)

Piero Pisano
Piero Pisano

Appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente: tutto per un disco di plastica