Serie A. Giornata di sentenze nella 3° tappa

Giornata divisa tra Bologna e Fano che vede a sorpresa molti risultati netti e poche partite combattute fino alla fine, per lo meno guardando i risutati. I White sono in fuga da soli in testa, sotto le prime 4 si accende la lotta per i posti playoff tra Fano, Padova e Zero51 qualche squadra già condannata ai playout.

Tappa insolita per la tradizione dei Campionati Italiani che viene giocata di martedì, la giornata della Liberazione regala varie sentenze: nonostante gli scontri diretti in programma, tutte le partite di giornata finiscono con un distacco di 4 mete o maggiore, che, per regolamento, regala 3 punti alla vincente e lascia la sconfitta a bocca asciutta.

Lo scontro fratricida per la testa della classifica si gioca alle 14, in mattinata sia Fotta White sia Fotta Red sbrigano la pratica Barbastreji senza troppi problemi (i padovani segnano in realtà 9 punti contro i White) e si presentano carichi per il match di giornata. I White impongono da subito il proprio ritmo in una partita piuttosto ventosa, portandosi prima sul 3-0 e commettendo solo un errore in attacco fino al 13-7, per poi chiudere in controllo per 15-9, ipotecando di fatto il seeding 1 ai playoffs. I Red dal canto loro dovranno chiudere bene nella quarta tappa di Cremona per mantenere il secondo posto.

Il Cotarica gioca a pochi passi da Rimini, e sembra che l’aria di casa faccia bene ai romagnoli, prima partita contro Imola in cui si vede subito la differenza tra le due squadre con un parziale di 6-1 che mette subito il sigillo sui 3 punti anche grazie ad una buona difesa a zona (15-5). Nel pomeriggio il Cota parte sotto con i fanesi, ma è un fuoco di paglia perché la miglior gestione del roster e una rosa più lunga riescono ad arginare bene le star marchigiane chiudendo in scioltezza (15-7). Nel prossimo appuntamento se la vedranno con i più probabili rivali per il 3° posto, i DB.

Proprio i Discobolo portano a casa 6 punti pieni e rimangono al passo dei riminesi, portandosi a solo 2 punti dalla Fotta Red. Gara in orario colazione contro i Voladora con molte zone che li vede prevalere solo nel secondo tempo con il minimo sforzo per i 3 punti (13-9), stesso copione nel pomeriggio con Brescia, ma risultato finale più netto (15-9). Schedule alla mano, la 4° tappa sarà il momento della verità per loro, con due scontri diretti per giocarsi i posti alti proprio contro Cota e Red.

Sotto le prime 4, la lotta s’infiamma, perché Fano, Zero51 e Barbastreji sono racchiuse in un solo punto e solo 2 di queste potranno accedere ai playoff per giocarsi il titolo, nonché evitare il rischio retrocessione.

Padovani a secco in una giornata veramente ostica che, come detto, li fa misurare con entrambe le linee della Fotta. Mentre nella prima partita vengono intontiti dalla zona dei Red segnando solo 4 mete, nel secondo match mostrano sprazzi di brillantezza segnando anche con due break consecutivi e chiudendo con un dignitoso 15-9.

Gli Spacca nella tappa di casa portano a casa 3 preziosissimi punti che li lasciano in corsa per giocarsi un posto tra le prime 6, specialmente perché rubati ai CP che devono di fatto abbandonare il sogno playoffs (15-11); contro il Cota però tirano i remi in barca e il risultato finale è netto (15-7).

Gli Zero51 iniziano finalmente la loro risalita, chiudono la giornata a punteggio pieno, dimostrando di essere ancora squadra solida. Batosta inflitta ai Voladora (15-7) e qualche difficoltà con Brescia che però alla fine deve cedere per 13-9.

La lotta per restare ai piani alti è caldissima, perché nell’ultima domenica di campionato gli Zero51 affronteranno prima Fano e poi Padova in due gare molto sentite che definiranno di fatto la griglia playoffs e farà finire i sogni di una delle 3 nel dimenticatoio.

Giornata di magra per le ultime 3 della classifica: CP, Voladora e CUS Brescia fanno tutte 0 punti e sono condannate di fatto a prepararsi ai play-out. Piccola speranza ancora per gli imolesi, ma gli ultimi incroci sembrano proibitivi.

Peccato, perché dopo un buon inizio di campionato i romagnoli hanno tirato il freno a mano e portare a casa almeno un punto contro Fano gli avrebbe dato la possibilità di restare a galla.

Voladora che pagano ancora un po’ di inesperienza a questi livelli che si vede specialmente nelle decisioni di lancio, spesso discutibili quando gli angoli di difesa si stringono e la tensione sale.

Discorso simile per Brescia che può vantare un po’ più di esperienza in roster, ma deve far i conti con una rosa corta e una costanza agli allenamenti non sempre impeccabile.

La stagione per queste 3 non è comunque finita in quanto solo 2 delle ultime 4 retrocederanno in B: alla prossima tappa dovranno affilare le armi per i playout dove ci si giocherà tutto per restare nella massima serie.

Prossimo appuntamento per la Serie A sarà a Cremona, il 14 Maggio, dove tutte e 10 le squadre cercheranno di chiudere la Regular Season al meglio. Potete trovare la classifica in fondo alla pagina come sempre.

Andrea Mastroianni
Andrea Mastroianni

Ci si può drogare di cose buone… E una di queste è certamente lo sport.