WCBU Day 5: Mixed fuori dalla corsa per il titolo, Open nelle ultime posizioni

E’ stato un giovedì amaro: la mixed perde l’ottavo di finale ed esce dalle prime 8 posizioni (e dalla corsa per il titolo), mentre per la Open ancora sconfitte che la fanno precipitare nell’ultimo gironcino da 3 per le posizioni 21-23.

MIXED

Era tutto pronto: i ragazzi avevano studiato la sera prima gli avversari in video, erano carichi, tutti organizzati e ben concentrati su cosa fare. Poi in campo le cose sono andate diversamente. L’attacco ha perso pian pianino fiducia e ha voluto forzare molte giocate che non sono entrate. Mentre a GB, pur non eccellendo, entrava tutto.

<Siamo delusi, è innegabile> ci conferma Davide Morri <l’accesso alle prime 8 posizioni era alla nostra portata e lo meritavamo. Però abbiamo sbagliato la partita: eravamo superiori ma in campo non lo abbiamo dimostrato. Abbiamo sbagliato troppi lanci lunghi, e invece che cambiare gioco abbiamo continuato sulla stessa trama, generando turnover>.

Inizialmente le cose si mettono benino per l’Italia, che mette in difficoltà l’attacco inglese ma non trasforma. Si arriva quindi sul 4-3 in nostro favore. E’ il momento di cambiare marcia. Sembra tutto perfetto, parte un lancio lungo per Fabio Galli (marcato da dietro per tutta la partita) che viene ciccato di un niente. Da lì in poi è GB che prende il largo: 4 mete di file e punteggio sul 4-7. L’Italia fatica a riprendersi: continua a velocizzare, sparare e rischiare e la difesa non riesce ad accorciare le distanze più di tanto. Si arriva sull’8-10, partita agli 11. Entrambe le squadre mettono su la linea migliore: la meta dura quasi 12 minuti, con continui colpi di scena, ma alla fine la spunta GB.

L’Italia mixed ora può solo puntare alla 9° posizione. Peccato perchè la partita poteva essere portata a casa. Non a caso GB perderà malamente la partita successiva contro la Germania: 13-6.

Ma torniamo agli azzurri. Nel quarto di finale successivo incrociamo nuovamente l’Olanda. La partita è tiratissima, le squadre si sorpassano a vicenda ma nessuna riesce ad allungare. Sul 9 pari, però, è la determinazione dell’Italia ad avere la meglio: si entra così nelle prime 12 posizioni.

Oggi semifinale contro l’Irlanda alle ore 9.
OPEN

Ancora male per i ragazzi, purtroppo. Per entrambe le partite (contro Polonia e Singapore) un copione già visto.

Con la Polonia i nostri azzurri si trovano subito sotto 1-4. Scatto di orgoglio e avversari quasi agganciati sul 4-5. Poi un nuovo calo, la Polonia allunga 4-9 e chiude controllando 7-11.

Stessa storia con Singapore, ma se si può, finale ancora più amaro. Si arriva sempre sul 1-4 per gli avversari, poi la partite trova un equilibrio fino al 4-7 e infine grandissima rimonta fino al 7 pari. I nostri si gasano, vogliono vincere la partita ma allo universe l’attacco di Singapore non sbaglia e segna pulito.

Oggi ultima partita del gironcino contro il Giappone alle ore 12.30.

(Foto di copertina di Danilo Ferroni al Paganello concessa dalla Lsdf)

Piero Pisano
Piero Pisano

Appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente: tutto per un disco di plastica