EYUC Day 6. Italia in finale con la U20 maschile

Appuntamento imperdibile oggi alle 13 in diretta su Fanseat: Italia-Irlanda è l’attesissima finale maschile di questi Europei junior. Entrambe al 5° posto le due nazionali femminili, mentre la U17 maschile sfiora il podio per un soffio.

U17W. Ancora una vittoria allo universe e ancora contro l’Olanda (11-10). Termina così l’europeo delle nostre giovanissime azzurre, per la maggior parte alla loro prima esperienza internazionale. Questo il bilancio finale: ottengono la prima storica vittoria della U17 femminile, evitano l’ultima posizione, vincono 2 partite entrambe allo universe, confermano la loro superiorità sulle padrone di casa e portano a casa un bagaglio di esperienze fondamentali. Sono questi gli importanti segnali di crescita di cui il movimento femminile italiano può andare fiero.

U20W. Stessa posizione (ma su 15 squadre) per le ragazze della U20. <Siamo soddisfatte> ci hanno fatto sapere le allenatrici Vanessa Barzasi e Beatrice Sisana. <Era l’obiettivo che ci eravamo date con la squadra, e visto il livello delle altre squadre davanti a noi è giusto così. Le ragazze si erano anche date una punizione in caso fossero arrivate più in basso… meglio c0sì>. Le due partite di ieri sono state vinte bene: 15-7 contro la Svizzera grazie ad una zona che ha bloccato le avversarie senza lasciare spazi. Di grande spessore il match con la Svezia, da cui avevamo perso nettamente nei giorni precedenti. Stavolta il lavoro delle coach è stato fondamentale: <Abbiamo studiato attentamente la precedente partita e anche nel riscaldamento abbiamo lavorato su come attaccare la loro zona>. Inizialmente eravamo avanti, poi la Svezia a metà partita ci ha raggiunto e sorpassato, ma nel finale la difesa ha aumentato la pressione e siamo riusciti a vincere 15-12. <Siamo molto contente> hanno concluso le allenatrici <anche perchè le ragazze hanno giocato tutte: avevamo 3 linee molto equilibrate e abbiamo fatto salire le linee speciali solo in alcuni momenti delle partite. Torniamo a casa molto soddisfatte>.

U17M. Peccato. Alla fine questo 4° posto sta un po’ stretto. Dopo l’entusiasmo per l’accesso in semifinale, le 2 sconfitte di ieri ci regalano solo una medaglia di legno. <Il primo half contro la Germania lo abbiamo giocato bene> ci racconta il coach Marco Dellavedova <ma non è bastato, dovevamo fare di più perchè loro erano superiori. Nella ripresa siamo entrati più determinati e stavamo accorciando le distanze ma poi abbiamo regalato troppi dischi agli avversari con errori stupidi e la partita si è chiusa 8-12>. La successiva finalina contro il Belgio è stata più tirata ma ha seguito la stessa trama: gli avversari allungano nel primo tempo, dopo l’half time recuperiamo e ci troviamo vicini alla loro meta col disco in mano per pareggiare. <Purtroppo commettiamo ancora un errore e la partita si è chiusa 7-9. Torniamo con l’amaro in bocca: abbiamo fatto un super europeo ad alto livello ma ci è mancata troppo spesso la testa. I ragazzi hanno capito che non si può mai mollare durante la partita o perdere concentrazione, siamo fiduciosi che questa esperienza li abbia fatti crescere e i prossimi anni sapranno prendersi le loro rivincite>.

U20M. Infine arrivano loro. La banda della nazionale U20 maschile si gioca oggi alle 13 la finale contro l’Irlanda. Entrambe le squadre si presentano imbattute e siamo sicuri che lo spettacolo sarà di alto livello. Ieri gli azzurri hanno continuato a giocare molto bene: a farne le spese sono state la Svizzera ai quarti (15-11) e la Francia in semi (15-10). Oggi saremo tutti incollati allo schermo a tifare i nostri colori! Dagliene.

Piero Pisano
Piero Pisano

Appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente: tutto per un disco di plastica