Serie A e B maschile: chi sale e chi scende

Ultimo articolo sui risultati dei campionati: scopriamo chi è salito in A e chi è retrocesso in B, provando a valutare come si troveranno nella nuova serie.

Dalla serie B sono saliti i Donkey Divers di Milano e i Cotarica Viet di Rimini; dalla serie A scendono i Voladora di Parma e gli Ultimate Cus Brescia.

Sulle promosse, diciamo che i valori in campo della regular season sono stati rispettati: entrambe le squadre avevano chiuso nei primi 2 posti e nello stesso ordine sono state promosse: i milanesi si sono sbarazzati prima dei Frasba (13-7) poi riminesi (9-6) e già nella giornata di sabato avevano chiuso i conti.

Decisamente più difficile l’avventura dei Viet: la doppia sfida contro Bergamo (nella semifinale e nella finalissima) è veramente dura. Se sabato la vittoria arriva nel finale per 12-10, domenica lo scontro decisivo termina allo universe (12-11). Peccato per Bergamo che ci ha provato veramente fino all’ultimo. Sottotono invece i Frasba che, dopo la grande prestazione nell’ultima giornata, si presentano alle finali un po’ sottotono.

Sulle retrocessioni invece c’è un piccolo colpo di scena: i BeeFree di Torino, che avevano terminato la regular season al penultimo posto, buttano giù i Bresciani che avevano conquistato appena un punticino in più alle tappe. Ma andiamo con ordine.

La prima squadra a retrocedere sono i Voladora di Parma. Decisamente opaca la loro stagione: 6 sconfitte durante il campionato, più altre 2 ai playout. Che si vanno ad aggiungere a quelle raccolte l’anno scorso, dove erano già retrocessi ma sono poi stati salvati dalla riforma del campionato (insieme a Brescia). C’è bisogno di tenere comunque alto il morale, fare qualche cambiamento, non mollare e soprattutto investire di più sullo sviluppo, per avere nuova linfa vitale in squadra.

L’altra squadra a retrocedere è quella di Brescia. Anche per loro vale il discorso dei Voladora: retrocessi lo scorso anno e salvati dalla riforma dei campionati. Ma almeno per loro qualche vittoria è arrivata quest’anno. Anche ai playoff: 13-10 proprio contro Parma. Però non c’è stato nulla da fare contro Torino: entrambe le sfide li ha visti soccombere (15-8 e 14-10). Anche qua c’è bisogno di lavorare di più sullo sviluppo e la diffusione nella città, per richiamare nuovi giocatori.

Chiudiamo facendo alcune previsioni: i Donkey sono una squadra esperta e compatta, probabilmente combatteranno per la salvezza il prossimo anno e potrebbero centrarla. Per i Viet il discorso è molto diverso: sono giovani e promettenti, non hanno mai giocato a quel livello e potrebbero risentirne. Però il potenziale è veramente alto, vedremo se riusciranno ad alzare velocemente l’asticella. Altra questione da considerare, è il doppio spot in serie A che ora ha Rimini: i roster rimarranno uguali o le 2 squadre verranno fuse in qualche modo?

Chi scende in B invece si troverà probabilmente un campionato  spaccato a metà ma molto livellato sia in alto che in basso: tornare nella massima serie non sarà facile.

Piero Pisano
Piero Pisano

Appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente: tutto per un disco di plastica