La maschile ai playoff, le ragazze invece fuori

Nonostante la brutta figura fatta in streaming contro il Canada, la matematica ci dice che la U20 maschile è già qualificata per i playoff. Nulla da fare invece per la femminile che, con le 2 sconfitte di ieri, scende nel pool basso.

U20 MEN

Faticosissima la giornata di ieri per i nostri azzurrini, con 3 partite in una sola giornata. Tutte importanti e di livello, giocate tra l’altro con un forte vento. Fortunatamente le prime 2, quelle più alla portata, sono state vinte, anche se con una prestazione non esemplare. Nulla da fare invece nell’ultima, in streaming. Ma andiamo con ordine.

Contro la Germania i ragazzi partono bene e vanno subito 3-1, ma i soliti cali a cui ci hanno abituato nei giorni scorsi non si fanno attendere: si fanno recuperare 3-4 per poi chiudere l’half, tornando sui propri livelli, 8-4. Quando ormai il match sembra sotto controllo, altro calo e pareggio tedesco (10-10) che fa spaventare tutti. E come nel primo half, quando la tensione sale i nostri riescono a dare il meglio e chiudono con delle ottime difese 15-12. Da segnalare la prestazione di Simone Massoli con 4 assist e 2 mete.

Contro l’Olanda il copione è molto simile: partenza a razzo (3-0) e poi crollo inspiegabile con tantissimi drop. Il risultato dice 3-5. Nonostante l’evidente superiorità tecnica e fisica dei nostri, il primo tempo si chiude solo 8-7 per noi, grazie ad un bel recupero finale. Nel secondo half la partita diventa più “normale”, con entrambe le squadre che tendono a segnare in attacco e l’Italia che fa più break e chiude un po’ a fatica 15-12 un match che doveva finire 15-7.

Entrambi questi risultati comunque assicurano all’Italia l’accesso ai playoff, e la brutta partita contro il Canada non cambia molto la classifica, nonostante l’obiettivo fosse quello di fare una prestazione migliore essendo in streaming.

Oggi ci sarà l’ultima partita di girone con la Francia (anche lei già matematicamente nelle prime 8) alle 17 (ora italiana) che però sarà determinante per gli incroci ai quarti di finale: perdere vuol dire arrivare 4° e beccare USA (quindi mondiale finito); vincerla vuol dire beccare GB (cioè una occasione unica di entrare nelle prime 4 al mondo).

U20 WOMEN

Giornata negativa per la femminile. La prima partita di ieri contro USA è terminata 4-15. Troppo il divario con le avversarie. E subito dopo arriva la mazzata… da un altro campo: le olandesi (battute dalle nostre azzurrine all’esordio) vincono contro il giappone e ci buttano matematicamente fuori. Anche vincendo la partita successiva, l’avulsa non ci avrebbe dato scampo.

Col morale un po’ sotto i piedi, andiamo a giocare contro New Zeland e perdiamo 9-13, senza mai riuscire ad impensierire le avversarie.

Ora ci troviamo nel pool basso (7°-13° posto) portandoci dietro 2 vittorie e 1 sconfitta. Disputiamo una partita oggi alle 19 (ora italiana) contro l’Australia e poi le ultime 2 domani contro GB e Francia.

Piero Pisano
Piero Pisano

...appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente. Tutto per un disco di plastica...