Presentazione della serie A Open 2020

Sono davvero tante le novità che riguardano la serie A maschile 2020. Ci racconta tutto Giovanni “Cioppo” Santucci” nuovo collaboratore di Itadisc.

Il 2019 è stato un anno formidabile per la divisione Open a livello di club. Le nazionali agli Europei in Ungheria hanno forse deluso un po’ le aspettative, tuttavia i Club a livello internazionale hanno portato a casa successi e esperienza.
In questi mesi di freddo invernale, le squadre hanno continuato ad allenarsi per arrivare pronte a questi elettrizzanti CIU 2020. Il formato rimane il medesimo dell’anno scorso, con due gironi da 6 squadre, affrontati i club del proprio gruppo si formerà una classifica dalla quale si creeranno 3 power pool (alto, medio e basso).
Per quanto l’ombra delle squadre Cusb possa intimorire, quest’anno i tryout riformeranno tutte e 4 le squadre Bolognesi in qualche modo, offrendo nuove sfide lungo tutta la classifica. Le Mucche di Bergamo, neopromossa in Serie A, tornano nella massima serie con una squadra  giovane e promettente: chissà che non rompa i delicati equilibri di metà classifica e attiri l’attenzione su di se. I Voladora di Parma hanno riconquistato il loro posto nella prima divisione non senza qualche difficoltà ai playoff ‘19, vedremo se l’anno in serie B non abbia fatto bene alla
crescita dei giocatori emiliani. Sarà anche un anno di ritorni, con i Barbastreji di Padova che beneficeranno del ritorno di Lorenzo Pavan dopo il grave infortunio muscolare che lo ha tenuto fuori dal campo tutta la stagione passata; Imola invece vede il figliol prodigo Stefano Sgubbi tornare a casa dopo una stagione intensa con il Cusb La Fotta: ci aspettiamo grandi cose da loro (semi-cit).
Con grande probabilità ci saranno profondi cambiamenti di classifica rispetto all’ultima stagione: gli Spaccamadoni (Fano) dovranno affrontare la loro prima stagione senza Tobias Mine, passato a Bologna e sarà così difficile difendere il quinto posto dell’anno scorso contro squadre come i Donkey Divers, pronti a rifarsi dopo essere cresciuti molto nel 2019. Per concludere, le due squadre romagnole Cotarica e Cotaviet che hanno disputato una discreta stagione, dovranno essere pronte a tutto per migliorare il risultati dell’anno passato. I giovani Viet potrebbero essere la rivelazione del campionato.
La Stagione 2020 riserverà di sicuro qualche colpo di scena e la classifica per come la conosciamo cambierà per sempre con nomi nuovi come i Pheonix Red e White che sostituiscono Zerocinquantuno e Redbulls. Nuovo decennio, nuovo campionato e nuove squadre, non vediamo l’ora.
Articolo di Giovanni Santucci
Piero Pisano
Piero Pisano

Appassionato, tifoso, giocatore, allenatore, dirigente: tutto per un disco di plastica