CIU Mixed: come si sta(va) organizzando il CUS Bologna?

Stavamo elaborando diverse interviste prima che il campionato venisse sospeso. Vi proponiamo comunque la prima, fatta nei giorni scorsi ad Arturo Laffi del Cusb, per capire come si stava organizzando.

Fanto: <Con finalmente un obiettivo e tante motivazioni per tornare in campo, come avete strutturato gli allenamenti per prepararvi a questi CIUM?>
Laffi: <Fin da subito c’è stata una grande risposta da parte dei nostri giocatori. Sapevamo di avere due spot in serie A e ci siamo giocati i posti tra Shout e Fotta. Per cui i primi allenamenti son stati utilizzati per selezionare i giocatori.>

Fanto: <Come avete deciso di formare le squadre?>
Laffi: <Solitamente per noi questo è un periodo caldo, dove i giocatori e lo staff si preparano alla champions. Così le energie non usate per la champions sono state messe per i mixed. I criteri di selezione sono stati principalmente: capacità di adeguarsi ai nuovi sistemi di gioco proposti, impegno e capacità di interpretazione di un gioco realmente mixed.>

Fanto: <Quante squadre formerete in Serie B?>
Laffi: < In serie B proveremo ad iscrivere 7 squadre, formate da Yell e Phoenix-51, Red bulle e Red Bulls, Bassotte e Bassotti.>

Fanto: <Davide (Morri) allenerà le due squadre di serie A? Giocherà in prima squadra?>
Laffi: <Davide allenerà la prima squadra di serie A e lui giocherà nella A 2.>

Anche quest’anno quindi il Cusb scenderà in campo per vincere con la Mix Red costruita per essere la squadra più competitiva e con la Mix White comunque candidata alle prime posizioni della classifica.

Andrea Fantini
Andrea Fantini

Frisbee lover